Quanta acqua si deve bere al giorno: fabbisogno giornaliero di acqua

Quanta acqua si deve bere al giorno? Questa è una delle domande più ricorrenti che vengono poste ad allenatori, personal trainer ed istruttori di fitness ogni giorno prima, dopo e spesso durante le sedute di allenamento. Come sappiamo l’acqua è la più preziosa risorsa per gli esseri viventi, che siano vegetali o animali, un elemento fondamentale per far si che vi sia vita; questa rappresenta la maggiore percentuale del peso corporeo umano. È un elemento fondamentale per il mantenimento e la promozione del benessere.

L’acqua è l’elemento fondamentale per idratare il corpo umano, soprattutto in un periodo storico come quello che stiamo vivendo, in cui l’obesità rappresenta un problema crescente ed è legata anche all’aumento del consumo di bevande ad alto valore calorico.
Mediamente le persone dovrebbero assumere 2,5 litri d’acqua al giorno, ma nessuno considera che parte di questa arriva al nostro organismo anche tramite attraverso i cibi.

Gli alimenti forniscono il 20-30% del fabbisogno di acqua, mentre la restante percentuale deve essere assunta per mezzo delle giuste bevande. Da un lato è chiaro che dovrebbe essere sempre privilegiata l’acqua normale, ma è intuibile che nell’arco della giornata assumiamo anche altri liquidi, quale caffè, thé o bevande energetiche. Dovrebbero essere evitate le bevande gassate e quelle ricche di zuccheri, industriali, che sono ricche di zuccheri vuoti, senza nutrienti, che causano solo un picco glicemico, il che può causare attacchi di fame.

È consigliato bere a ridosso della prestazione sportiva una quantità d’acqua vicina al mezzo litro e sono consigliati integratori salini da assumere durante la stessa gara.
È importante ricordarsi che durante una giornata o durante una prestazione sportiva, che sia agonistica o amatoriale, non ha senso consumare tanta acqua tutta insieme per poi restare senza idratazione per tempi lunghi, ma l’idratazione deve avere cadenza regolare.

Anteprima articoloCampionato Seria A 2018 2019 – Giornata 14 – Il punto di Alessio Grifantini
Prossimo ArticoloQuanto guadagna un calciatore dopo il ritiro dal calcio giocato?
Nato a Roma, l? 5 luglio 1988. Laurea in Scienze Motorie, conseguita nel marzo 2015, con la tesi "Il ginocchio varo e valgo nel calcio" Esperienze professionali da redattore:? Marzo-Settembre 2012: redattore presso Romagiallorossa.it Settembre 2012-Gennaio 2014: redattore presso GazzettaGialloRossa.it Settembre 2012-Aprile 2013: speaker radiofonico presso RadioPowerStation.com, trasmissione "Per questa maglia storica"? Aprile-Settembre 2013: caporedattore GazzettaAltriSport.it Esperienze professionali sportive:? 2007-2008: istruttore di nuoto ed assistente bagnanti presso Tiber Nuoto 2008-2012: istruttore di nuoto ed assistente bagnanti presso CSI Roma FlaminioAgosto-Novembre 2013: preparatore atletico ASD GiaDa Maccarese, serie D Agosto-Dicembre 2013: preparatore atletico ASD Cortina, serie C2 - calcio a 5 Gennaio-Maggio 2014: preparatore atletico e collaboratore tecnico presso ASD Casalotti, Promozione laziale Agosto 2014: preparatore atletico presso Polisportiva Borghesiana GiaDa Maccarese Settembre 2014-Maggio 2015: responsabile tecnico gruppo Esordienti (classe 2002) presso ASD Aurelia Antica Settembre 2015-Novembre 2015: responsabile tecnico gruppo Giovanissimi provinciali (classe 2002) presso ASD Sporting Tanas Settembre 2015 ad oggi: preparatore atletico e collaboratore tecnico presso ASD Casalotti, I categoria Ottobre 2015 ad oggi: responsabile tecnico Juniores regionale ASD Virtus Fenice<

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome