Birra dopo Allenamento

Già ho parlato in questo blog del rapporto tra birra e sport e di quanto la bionda possa aiutare nel post-prestazione o nel quotidiano, ed anche se e quanto può essere dannosa. Sappiamo che si tratta di una bevanda decisamente amata dagli sportivi, soprattutto dai rugbisti che sono abituati a berne a litri nel famoso terzo tempo che segue ogni partita. Non solo: negli USA i giocatori di basket sono invitati dallo staff atletico a bere una lattina di birra nell’immediato post partita. A questi casi si sommano quelli in cui si esagera decisamente: basta chiedere a Cicinho, ex terzino di Real Madrid e Roma, o ad Adriano, che doveva essere il nuovo Ronaldo, quando la birra abbia influenzato le loro carriere e vite.

Navigando in rete mi sono imbattuto in un interessante articolo pubblicato su focus.it, che ho deciso di riportare nei suoi punti salenti:

[…] Una birra media chiara ha un apporto di circa 176 Kcal, cioè pari a 9 zollette di zucchero. Una sessione di jogging, in palestra o all’aperto, consente in genere di bruciare 1 Kcal per chilo di peso corporeo al chilometro: quindi un adulto di 70 kg consumerà circa 70 Kcal per chilometro percorso. Di per sé bere una birra dopo una corsa di almeno 2-3 km non fa ingrassare, ma se il numero di “bionde” aumenta, per non prendere peso bisogna correre parecchio.

Un ingrediente scomodo. Correndo si dà però fondo al glicogeno, la riserva di glucosio, di fegato e muscoli scheletrici; si perdono anche acqua ed elettroliti (come calcio, potassio, sodio), che è importante reintegrare. La birra contiene carboidrati, potassio, sodio: per certi versi è simile (pur con meno sodio) ad alcuni sport drink. Salvo che in un dettaglio non trascurabile, ovvero l’alcool.

Disidratati. La maggior parte delle birre ha una gradazione alcolica pari al 4-5% di alcol in volume. Bere alcol fa fare più pipì, quindi esagerare con la birra non è esattamente l’ideale per chi deve reidratarsi. Diversi studi dimostrano, poi, che il consumo di alcol influenza in modo negativo il processo di rigenerazione muscolare, essenziale soprattutto dopo la corsa, che comporta – per via dell’impatto con il suolo – microtraumi e stress muscolare.

Zuccheri ed ormoni. L’alcool sembra influire negativamente sui livelli di glucosio conservati e rilasciati dal fegato quando assunto dopo la prestazione sportiva. Può anche interferire con il meccanismo di controllo degli zuccheri del sangue, uno dei maggiori benefici associati allo sport perché contribuisce a prevenire il diabete.

Infine l’alcool, specie se associato allo sport, sembra favorire squilibri ormonali, come l’aumento di cortisolo (e con esso la perdita di massa muscolare) e la diminuzione di testosterone, che aiuta invece a ricostruire il tessuto muscolare.

Vince il buon senso. Sembra quindi che bere alcool dopo un’attività sportiva non sia il massimo, tuttavia, come in tutto, conta la moderazione.

Anteprima articoloLa Federazione Ginnastica festeggia 150 anni, ma non invita Juri Chechi
Prossimo ArticoloCampionato Seria A 2018 2019 – Giornata 13 – Il punto di Alessio Grifantini
Nato a Roma, l? 5 luglio 1988. Laurea in Scienze Motorie, conseguita nel marzo 2015, con la tesi "Il ginocchio varo e valgo nel calcio" Esperienze professionali da redattore:? Marzo-Settembre 2012: redattore presso Romagiallorossa.it Settembre 2012-Gennaio 2014: redattore presso GazzettaGialloRossa.it Settembre 2012-Aprile 2013: speaker radiofonico presso RadioPowerStation.com, trasmissione "Per questa maglia storica"? Aprile-Settembre 2013: caporedattore GazzettaAltriSport.it Esperienze professionali sportive:? 2007-2008: istruttore di nuoto ed assistente bagnanti presso Tiber Nuoto 2008-2012: istruttore di nuoto ed assistente bagnanti presso CSI Roma FlaminioAgosto-Novembre 2013: preparatore atletico ASD GiaDa Maccarese, serie D Agosto-Dicembre 2013: preparatore atletico ASD Cortina, serie C2 - calcio a 5 Gennaio-Maggio 2014: preparatore atletico e collaboratore tecnico presso ASD Casalotti, Promozione laziale Agosto 2014: preparatore atletico presso Polisportiva Borghesiana GiaDa Maccarese Settembre 2014-Maggio 2015: responsabile tecnico gruppo Esordienti (classe 2002) presso ASD Aurelia Antica Settembre 2015-Novembre 2015: responsabile tecnico gruppo Giovanissimi provinciali (classe 2002) presso ASD Sporting Tanas Settembre 2015 ad oggi: preparatore atletico e collaboratore tecnico presso ASD Casalotti, I categoria Ottobre 2015 ad oggi: responsabile tecnico Juniores regionale ASD Virtus Fenice<

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome