(EntrataAGambaTesa.it) – In seguito ad un problema ad un ginocchio di un mio atleta adulto, praticante calcio a livello agonistico, ho deciso di raccogliere maggiori informazioni riguardanti la sinovite, rivolgendo?maggiore attenzione al corpo di Hoffa.

Sinovite: cosa ??

La prima domanda a cui, ovviamente, si deve rispondere ? proprio questa: “cosa ? la sinovite?”. Si tratta di una patologia infiammatoria, a carico della membrana sinoviale, cio? del tessuto che riveste l’interno delle articolazioni. La membrana infiammata produce una maggiore quantit? di liquido sinoviale, il che determina un ispessimento della sua parete, e quindi un gonfiore della zona interessata.
Pu? essere determinata da diverse cause, quali traumi (casi isolati o ripetuti), infezioni o in associazione con artriti. Inoltre pu? essere?determinata anche da degenerazione dell’articolazione e dalla sofferenza delle cartilagini articolari.

Sintomatologia

Si pu? apprezzare uno stato di gonfiore, in alcuni casi anche un evidente rossore, associato a dolore ben localizzato: questo limita notevolmente i movimenti dell’articolazione interessata. Soprattutto nel caso del ginocchio il soggetto interessato potr? evidenziare difficolt? nel distendere la gamba.
In caso di una progressione cronica dell’infiammazione, la membrana pu? ispessirsi a tal punto da erodere l’osso sottostante: questo provoca la comparsa di nuovi forti dolori.

Trattamento

?In seguito ad ago-biopsia, che ci rivela il grado di gravit? della sinovite, si pu? decidere se intervenire con trattamento conservativo o chirurgico. Nelle righe seguenti verr? preso in considerazione solo il trattamento conservativo.
Conservativo. Prevede molto riposo, l’applicazione di ghiaccio sulla zona interessata; ? consigliato anche l’utilizzo di un tutore o di una fascia elastica, oltre ad antinfiammatori. Le iniezioni endoarticolari di un farmaco consentono di potenziare l’azione dello stesso. Alcuni farmaci utilizzati in quest’ultimo caso sono: corticosteroidi, acido ialuronico, radioisotopi-acido osmico, alcuni FANS, ed in via sperimentale alcuni autologhi di fattori di crescita.

Se ? interessato il corpo di Hoffa?

Ora entriamo brevemente nello specifico. Il corpo adiposo di Hoffa ? una struttura del ginocchio, composta da grasso, che si trova sotto la rotula, posta appena dietro il tendine rotuleo. Questa strategica posizione serve per ammortizzare eventuali urti nella parte anteriore del ginocchio; dato che si tratta di una delle strutture pi? sensibili del ginocchio, una sua infiammazione, o una pizzicata, posso risultare molto dolorose. Il dolore aumenta decisamente nella fase di distensione del ginocchio, risulta quindi sofferente il soggetto interessato quando tiene la gamba distesa, o tenta di distenderla.

Si pu? eseguire un test per confermare una sua infiammazione, detto test positivo di Hoffa: il paziente ? sdraiato supino con le ginocchia piegate, l’esaminatore preme lungo i lati del tendine rotuleo con i pollici mentre il soggetto estende la gamba. Se il paziente avverte dolore abbiamo a che fare con un’infiammazione.

Terapia. E’ consigliato il riposo, va assolutamente evitata la corsa, mentre ? consigliata la bicicletta o la cyclette. Il ghiaccio favorisce la riduzione del dolore e dell’infiammazione, ed ? consigliata una terapia fisioterapica strumentale (laser, tecar). I tempi di guarigione si aggirano attorno alle 2 settimane.

(my-personaltrainer.it, fisioterapiarubiera.com)

Anteprima articoloALLENAMENTO L’outdoor training (VIDEO)
Prossimo ArticoloLa scheda di Vinicius Guthierryz
Nato a Roma, l? 5 luglio 1988. Laurea in Scienze Motorie, conseguita nel marzo 2015, con la tesi "Il ginocchio varo e valgo nel calcio" Esperienze professionali da redattore:? Marzo-Settembre 2012: redattore presso Romagiallorossa.it Settembre 2012-Gennaio 2014: redattore presso GazzettaGialloRossa.it Settembre 2012-Aprile 2013: speaker radiofonico presso RadioPowerStation.com, trasmissione "Per questa maglia storica"? Aprile-Settembre 2013: caporedattore GazzettaAltriSport.it Esperienze professionali sportive:? 2007-2008: istruttore di nuoto ed assistente bagnanti presso Tiber Nuoto 2008-2012: istruttore di nuoto ed assistente bagnanti presso CSI Roma FlaminioAgosto-Novembre 2013: preparatore atletico ASD GiaDa Maccarese, serie D Agosto-Dicembre 2013: preparatore atletico ASD Cortina, serie C2 - calcio a 5 Gennaio-Maggio 2014: preparatore atletico e collaboratore tecnico presso ASD Casalotti, Promozione laziale Agosto 2014: preparatore atletico presso Polisportiva Borghesiana GiaDa Maccarese Settembre 2014-Maggio 2015: responsabile tecnico gruppo Esordienti (classe 2002) presso ASD Aurelia Antica Settembre 2015-Novembre 2015: responsabile tecnico gruppo Giovanissimi provinciali (classe 2002) presso ASD Sporting Tanas Settembre 2015 ad oggi: preparatore atletico e collaboratore tecnico presso ASD Casalotti, I categoria Ottobre 2015 ad oggi: responsabile tecnico Juniores regionale ASD Virtus Fenice<